2031

Fai qualcosa di grande Per te, per l’Italia, per un futuro comune

Edizione 2020

Angiodroid

Fin dagli anni ’50 si è utilizzata l’anidride carbonica (CO2) in angiografia come alternativa ai mezzi di contrasto iodati per lo studio dei vasi sanguigni periferici. Tuttavia, solo lo sviluppo del 1° iniettore automatico di CO2 ha consentito di padroneggiare la tecnica e standardizzare l’utilizzo, portando a importanti vantaggi clinici, sociali ed economici. Il progetto di export negli USA, attraverso iter FDA già avviato, consentirà di affermare Angiodroid come unico ed esclusivo iniettore di CO2 per l’angiografia periferica certificato e brevettato. Sebastiano Zannoli, CEO Angiodroid – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Decima edizione Premio Gaetano Marzotto | 2031 – Anno 2020

FMP Biotechnologies

Dispositivo medico – protetto da brevetto internazionale plurinazionalizzato (Russia, Australia, Brasile, Canada, EU, Giappone, India, USA) – per il trattamento endourologico della calcolosi urinaria, finalizzato all’aspirazione di frammenti litiasici ottenuti da lasertrissia intracorporea. Filippo Nigro, Founder FMP Biotechnologies – Vincitore Premio dall’Idea all’Impresa (50.000) Decima edizione Premio Gaetano Marzotto | 2031 – Anno 2020

Edizione 2019

Enerbrain

La rivoluzione del mercato nei sistemi di gestione energetica degli edifici che offre una soluzione scalabile che integra l’Internet of Things a componenti hardware plug&play, in grado di monitorare e gestire le prestazioni energetiche ed ambientali di un edificio grazie ad algoritmi di controllo basati su meccanismi machine learning. La gestione intelligente avviene inoltre senza cambiamenti drastici o sostituzione del sistema HVAC esistente. Filippo Ferraris, COO e Co-Founder Enerbrain Andrea Vassia, CFO Enerbrain – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Nona edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2019

Relief

Uno sfintere artificiale contro l’incontinenza urinaria efficace, low-cost e user-friendly. Per la prima volta viene proposto uno sfintere magnetico endo-uretrale, unisex, minimamente invasivo, facilmente sostituibile ambulatorialmente, che non è visibile all’esterno del corpo. Il paziente può controllare l’apertura e la chiusura dello sfintere avvicinando in zona perianale un piccolo magnete. Gioia Lucarini, Founder Relief – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Nona edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2019

Edizione 2018

Bettery

Bettery intende immettere sul mercato la batteria liquida con la maggiore energia e durata e con il minor costo, impatto ambientale e tempo di ricarica mai riportati nella letteratura scientifica. Questo risultato permetterà quel cambio di paradigma nel mondo dell’accumulo applicato alla distribuzione dell’elettricità e della mobilità elettrica necessario per lo sviluppo delle smart city. Federico Poli, R&D Bettery Alessandro Brilloni, CEO e CTO Bettery – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Ottava edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2018

Cellply

Il primo sistema diagnostico in grado di prevedere l’efficacia di farmaci antitumorali per ciascun paziente, analizzando la risposta in-vitro di cellule vitali all’interno di una piccola biopsia, subito a valle del prelievo. Studi clinici iniziali hanno mostrato che la risposta clinica di pazienti affetti da leucemie acute, normalmente rilevata solo a valle della terapia e a distanza di mesi, può essere prevista in sole 24 ore e con una accuratezza di oltre il 90%. Roberto Guerrieri, Founder Cellply Massimo Bocchi, CEO Cellply – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Ottava edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2018

Edizione 2017

3bee-hive-tech

3Bee Hive-Tech concerne la realizzazione di un dispositivo elettronico per il monitoraggio degli alveari di apis mellifera. Il dispositivo permette il controllo a distanza dello stato di salute delle api. Grazie a questo monitoraggio, l’apicoltore potrà intervenire tempestivamente in caso di anomalie riducendo il carico di lavoro e aumentando la produttività. I dati ricavati serviranno per trovare nuove cure per le api, cercando di ridurre se non eliminare i trattamenti chimici. Nicolò Calandri e Riccardo Balzaretti, 3Bee Hive-Tech, CEO e CTO – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Settima edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2017 

D-eye

Fondata nel 2014, D-EYE rivoluziona lo screening medicale trasformando lo smartphone in un dispositivo medico. I dispositivi D-EYE permettono lo screening delle patologie retiniche con lo smartphone. La piattaforma software gestisce le immagini e permette la diagnosi remota in telemedicina. L’intelligenza artificiale aiuterà a migliorare l’efficienza e l’efficacia degli esami. Con uffici a Padova e Pasadena (USA), l’azienda produce l’innovativo sistema di screening retinico per smartphone pensato per l’oftalmologia. Alberto Scarpa D-Eye, CEO – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Settima edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2017

Edizione 2016

Eucardia

Eucardia è una start-up innovativa nata nel 2013. Sta sviluppando l’Heart Damper, un dispositivo cardiaco impiantabile rivoluzionario per la terapia dell’insufficienza cardiaca avanzata, che mira a migliorare la qualità della vita di un enorme numero di pazienti, offrendo loro una soluzione più semplice, precoce, economica e meno invasiva delle attuali assistenze cardiache, riducendo al contempo i costi sanitari per la loro assistenza. Roberto Parravicini, Founder Eucardia – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Sesta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2016

Wrap

Stampa 3D per la produzione di medicazioni bioriassorbili Trattare le piaghe da diabete in tempi più brevi e con meno sofferenze per i pazienti: è questo l’obiettivo di WRAP, acronimo per Wound Repair Active Print e prima linea di ricerca di M3DATEK srl. La start up, nata all’Università di Parma per sviluppare e produrre, mediante stampa 3D, dispositivi medici per il trattamento di ferite di difficile guarigione, si propone, con il progetto WRAP, di trattare le piaghe da diabete utilizzando un bendaggio a base di chitosano bioriassorbibile. Annalisa Bianchera, COO Biopharmaceutical – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Sesta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2016

Edizione 2015

Proxentia

Sistema innovativo di controllo qualità per l’agroalimentare ProXentia intende rivoluzionare il sistema di controlli rapidi per tre settori chiave, ovvero vino, latte e cereali proponendo uno strumento semplice, da utilizzarsi direttamente nei luoghi di produzione o stoccaggio, con minimo intervento dell’operatore, e in grado di restituire una “carta d’identità” del prodotto trasportato. Matteo Salina, CEO ProXentia – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Quinta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2015

Scent

Nano-sensoristica applicata al pre-screening tumorale. Portare la nano-sensoristica dal campo del controllo qualità alimentare e ingegneristico a quello dello screening medico tumorale, nell’ottica di realizzare test meno invasivi, è stata l’intuizione della startup SCENT, il cui nome deriva dall’acronimo della tecnologia brevettata: “SemiConductor-based Electronic Network for Tumors”. La mission è quella di progettare e produrre strumenti di screening in grado di rilevare formazioni tumorali a uno stadio precoce, come il prototipo A1, in grado di distinguere marker tumorali in presenza di tumore al colon retto. Nicolò Landini, CEO Scent – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Quinta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2015

Edizione 2014

Tensive

Tensive utilizza un biomateriale sintetico che, combinato a tecnologie per la vascolarizzazione, permette lo sviluppo di protesi innovative, alternative a quelle in silicone, in grado di offrire un naturale e permanente aumento e/o ricostruzione del seno. Questi prodotti permetteranno di migliorare la qualità di vita del paziente, poiché la ricostruzione avverrà mediante operazione singola e non sarà necessario sottoporsi a sostituzione periodica della protesi, come avviene con le protesi in silicone. Tensive ambisce a una ricostruzione naturale e definitiva, in grado di alleviare le sofferenze psicologiche di pazienti oncologici. Alessandro Tocchio, Founder Tensive – Vincitore Premio per l’impresa (300.000 euro) Quarta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2014

Xmetrics

Dispositivo per nuotatori che registra i parametri di allenamento e fornisce riscontri audio live I nuotatori sono abituati ad allenarsi facendo avanti e indietro in vasca, senza avere idea di cosa stiano facendo e come. Xmetrics è la soluzione: un dispositivo da indossare sulla testa, ergonomico e leggero. Registra i parametri d’allenamento – dal numero di vasche alle pulsazioni – fornendo riscontri audio live, come un allenatore virtuale. Andrea Rinaldo, Founder e CEO Xmetrics – Vincitore Premio dall’idea all’impresa (50.000 euro) Quarta edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2014

Edizione 2013

Epinova-biotech

Epinova Biotech, idrogeli bioattivi per la cura di ulcere e ustioni, ha sviluppato substrati polimerici per sostituti epiteliali ad uso sanitario, attraverso la creazione di una nuova matrice biocompatibilie, fortemente idratata (Idrogel), di facile produzione, in grado di agire sia come supporto meccanico che come drug delivery system per lo sviluppo e la differenziazione in vitro e in vivo di tessuti (Epigel). Filippo Renò, CEO Epinova Biotech – Vincitore Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro) Terza edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2013

Epinova Biotech

Bioactive Hydrogel to Cure Ulcers and Burns
Epinova Biotech, producers of bioactive hydrogel to cure ulcers and burns, has developed polymer substrates as epithelial replacements in the health sector, through the creation of a new biocompatible, intensely hydrated matrix (hydrogel), and which is easy to produce and able to act as a mechanical support as a drug delivery system for the in vitro and in vivo development and differentiation of tissue (Epigel). Epigel activates both the function of mechanical support and the release of growth factors for the in vitro and in vivo development and differentiation of tissue for scientific use (research, cytotoxicity testing, cellular migration testing) and therapeutic use (treatment of ulcers and burns, as well as for small surgical operations). Filippo Renò, Epinova Biotech CEO. Winner of the Best New Social and Cultural Business Prize (100,000 euros). Third Edition of the Gaetano Marzotto Prize – 2013

Wearable-light-exoskeleton

Wearable light exoskeleton (Sistemi robotici per l’interazione fisica con l’uomo) sono degli esoscheletri da indossare, utilizzabili per il supporto alla movimentazione di materiali e per la deambulazione di soggetti disabili o anziani, con conseguente riduzione in campo industriale dell’incidenza di patologie all’apparato muscolo-scheletrico e in campo assistenziale miglioramento del grado di indipendenza dei soggetti interessati. Basilio Lenzo, Wearable Robotics – Vincitore Premio impresa del futuro (250.000 euro) Terza edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2013

Wearable light exoskeleton

Human-Robot Physical Interaction System
This is wearable light exoskeleton (Human-Robot Physical Interaction System) that can be used in movement of materials and to help the disabled and elderly to move, with a subsequent reduction in the industrial field of pathologies of the skeleton and muscles, while in the health care field it can improve the degree of independence of interested subjects. The exoskeleton is a wearable robot system that provides limb movement support and consists of a backpack with four limbs which faithfully reproduce the movements of the human body. Its strong innovative element lies in its implementation system, which uses electric motors in combination with elastic elements, different from those already available on the market, so as to allow for significant reduction of energy consumption, and with a drastic simplication of the controls, and a reduction in size and weight of the moving parts. Basilio Lenzo, Wearable Robotics. Winner of the Best Future Business Prize (250,000 euros). Third Edition of the Gaetano Marzotto Prize – 2013

Edizione 2012

Brain-control

Brain Control ha come obiettivo quello di consentire il controllo, mediante il pensiero, di tecnologie assistive. È rivolto a pazienti con patologie come Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), Sclerosi Multipla, distrofie muscolari di varia natura, soggetti a disabilità motorie e di comunicazione. È pensato innanzitutto per pazienti affetti da malattie che paralizzano completamente o in parte la persona, ma non ne intaccano le capacità intellettive. Brain Control permette di comunicare sentimenti e bisogni; muovere la propria sedia a rotelle; interagire con amici e parenti mediante social network, e-mail, sms; accendere o spegnere le luci; perfino aprire o chiudere porte e finestre. Piccoli gesti quotidiani per gran parte delle persone, ma una vera e propria rivoluzione per chi è affetto da malattie neuro-muscolari di tipo degenerativo o ha subito danni cerebrali di origine ischemica o traumatica. Pasquale Fedele, Founder Liquidweb – Vincitore Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro) Seconda edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2012

Brain control

Brain-Computer Interface (BCI) for Assistive Technologies
Brain Control’s objective is to allow for the control of assistive technologies via the mind. It is intended for patients with Amyotrophic Lateral Sclerosis (ALS), Multiple Sclerosis, various types of muscular distrophy, and subjects with motor and communicative disabilities. It has been designed most of all for patients suffering from completely or partially paralyzing diseases, but which does not attack intellectual functioning. Brain Control allows for the expression of feelings and needs; moving one’s own wheelchair; interacting with friends and relatives via social networks, email, sms text messages; turning on and off lights; and even closing windows and doors. These are small gestures that are normal for most people, but the Interface is a true and proper revolution for those affected by degenerative neuro-muscular diseases and for those who have suffered brain damage due to ischemia and traumas. The target market is assistive health technologies for an estimated value of 15 billion euros around the world and 130 million euros in Italy. The product will be sold or rented to health structures via distributors and to patients via a direct channel. The project is sustained by AISLA (the Italian ALS Assocation), ARISLA (the Italian ALS Research Assocation) as well as the Maugeri Foundation and has obtained significant national and international recognition in the past few months. Pasquale Fedele, Liquidweb Founder. Winner of the Best New Social or Cultural Business Prize (100,000 euros). Second Edition of the Gaetano Marzotto Prize – 2012

Solwa

SOLWA si pone come obiettivo l’inserimento nel mercato della desalinizzazione e potabilizzazione dell’acqua con il Modulo SOLWA, un prodotto innovativo, efficiente e basato esclusivamente sull’utilizzo di energie rinnovabili, in grado di rivoluzionare l’attuale settore. In un sistema isolato quale è quello di una serra, SOLWA imita il ciclo naturale dell’acqua (evaporazione e successiva condensazione), forzandolo per aumentarne resa ed efficienza. La sua innovazione consiste in un disegno del sistema che porta l’energia solare a fare evaporare l’acqua a temperature più basse di quelle normalmente necessarie. Le Nazioni Unite hanno dichiarato SOLWA come “Innovazione per lo sviluppo dell’Umanità”. Davide Franceschetti, Founder Solwa – Vincitore Premio Impresa del Futuro (250.000 euro) Seconda edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2012

Edizione 2011

Micro4You

Formulati microbici per diverse soluzioni tra le problematiche nel settore della conservazione delle opere d’arte esposte in ambiente urbano, sono ben note quelle relative a materiali litoidi (pietra, affreschi). I monumenti e i manufatti lapidei presenti nelle città d’arte risultano essere affetti da alterazioni, quali le “croste nere”, causate dall’inquinamento. L’impiego di cellule microbiche quali agenti di biopulitura, rappresenta una tecnica originale, innovativa ed ecosostenibile, sviluppata e brevettata da un team di ricercatori italiani e da essi sperimentata con successo su importanti monumenti ed opere d’arte. Annalisa Balloi, AD Micro4you – Vincitore Premio Impresa del Futuro (250.000 euro) Prima edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2011

Tice

Tice vuole gettare le basi per diventare un franchising educativo e uno spin off universitario di rilevanza nazionale. Il progetto presentato in fase di candidatura ha una durata biennale e prevede l’avviamento di due nuovi Centri Tice, la creazione di una rete tecnologica che consenta ai quattro centri di essere sempre collegati in video conferenza e il finanziamento di un assegno di ricerca per verificare e diffondere i risultati. Tice che cresce è un progetto di innovazione manageriale e organizzativa che consentirà ai professionisti di essere costantemente interconnessi con un sistema efficiente di comunicazione aumentando in modo esponenziale le possibilità di imparare dai colleghi e dai ricercatori. Francesca Cavallini, Founder TICE – Vincitore Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro) Prima edizione Premio Gaetano Marzotto – Anno 2011